mercoledì 25 marzo 2020

Radicchio Grigliato

Mi piace molto il radicchio ma grigliato non l'avevo mai fatto. Un contorno leggero e gustoso, da servire anche con secondi piatti a base di carne o pesce.  La ricetta che riporto l'ho presa dall'enciclopedia della cucina Italiana, in rete ho trovato anche un altro modo per cuocere il radicchio, grigliandolo senza olio direttamente sulla piastra e poi condirlo con un'emulsione di olio, sale e aceto balsamico.

Ingredienti (per le quantità regolarsi a piacere):
Radicchio di Castelfranco Veneto (io quello rosso lungo)
Olio extravergine d'oliva
1 rametto di rosmarino
Sale
Pepe
Aceto balsamico (facoltativo)

Pulire il radicchio eliminando le foglie sciupate e lasciando i cespi interi, lavarli e sgocciolarli accuratamente. Lavare anche il rosmarino. Con un coltello affilato tagliare i cespi a metà nel senso della lunghezza (se sono molto grossi tagliarli in quattro) e sistemarli su un largo piatto, formando un unico strato. Cospargere il radicchio con l'olio e lasciarlo riposare per 5 minuti. Far scaldare bene la griglia o una piastra e porre sopra il radicchio, cuocerlo per pochi minuti da entrambe le parti, spennellando la superfice di tanto in tanto con il rametto di rosmarino intinto nell'olio rimasto nel piatto. Disporre il radicchio su un piatto da portata, spolverizzarlo di sale e pepe e servirlo caldo.

lunedì 2 marzo 2020

Pasta al Forno con Salsiccia

Pasta al forno con salsiccia, besciamella e formaggi, un primo piatto gustoso da preparare per il pranzo della domenica o anche quando si hanno degli ospiti. La ricetta l'ho presa dal sito Chef Parmalat.

Ingredienti per 6 persone:
400 gr. di pasta (io i tortiglioni)
400 ml. di besciamella classica
200 gr. di salsiccia (io 250 gr.)
150 gr. di mozzarella (io il fiordilatte)
50 gr. di parmigiano
1 spicchio d'aglio   
Olio extravergine d'oliva
Alloro
Vino bianco
Burro
Pangrattato q.b.
Sale
Far soffriggere in una padella l’aglio con l’olio fino a quando non si sarà dorato, poi aggiungere l’alloro e la salsiccia sbriciolata (senza il budello), farla rosolare, quindi, sfumarla con un po' di vino bianco e lasciarlo evaporare a fiamma vivace. Aggiungere alla salsiccia ancora calda la besciamella, mescolare bene il tutto e mettere da parte. Nel frattempo, in una pentola portare l'acqua a ebollizione, poi salare e cuocere la pasta, scolarla al dente e unirla in padella al condimento di besciamella e salsiccia, sempre mescolando. In una pirofila precedentemente imburrata, mettere il primo strato di pasta, aggiungere quindi la mozzarella sgocciolata e tagliata a cubetti e un paio di cucchiai di parmigiano. Coprire con la pasta rimanente e spolverare con il restante parmigiano e il pangrattato. Cuocere in forno caldo a 180° per circa 25 minuti, poi azionare il grill gli ultimi 5 minuti per ottenere una doratura perfetta (io l'ho fatta cuocere per circa 40 minuti, senza azionare il grill). Sfornare la teglia, lasciarla raffreddare per 5 minuti e servire la pasta al forno ben calda.

Nota:
- Nella ricetta c'è scritto ingredienti per 6 persone, per le quantità regolarsi in base alle proprie esigenze.

lunedì 17 febbraio 2020

Castagnole al Profumo di Arancia

Le castagnole sono uno dei dolci di carnevale che preferisco, infatti ogni anno le preparo con una ricetta diversa. Qui nel mio blog ci sono le castagnole alla banana, quelle soffici di ricotta e anche la variante al forno.

Ingredienti per circa 48-50 Castagnole:
250 gr. di farina
2 uova medie
60 gr. di burro
65 gr. di zucchero semolato
Mezza bustina di lievito per dolci
La scorza grattugiata di arancia non trattata
1-2 cucchiai di latte o di succo d'arancia

1 bustina di vanillina
Un pizzico di sale
Olio di semi per friggere (io quello di arachide)
Zucchero semolato o al velo

In una ciotola versare la farina e il lievito setacciati, aggiungere lo zucchero, il burro a pezzetti, le uova, la scorza di arancia grattugiata, il latte, la vanillina, un pizzico di sale e impastare il tutto per amalgamare gli ingredienti. Trasferire poi l'impasto sulla spianatoia leggermente infarinata e lavorare il tutto fino ad ottenere una pasta morbida, liscia e compatta. Lasciare riposare l'impasto coperto con un canovaccio o con pellicola per alimenti per circa 20-30 minuti. Prendere poi l'impasto e formare dei cordoncini di circa 2 cm. di spessore, ricavare dei pezzetti di circa 10 gr. ciascuno, poi con i palmi delle mani formare tante palline fino ad esaurimento dell'impasto. Friggere le palline poche alla volta in abbondante olio caldo a fiamma bassa, rigirandole fino a quando non risulteranno gonfie e dorate (fare attenzione perchè potrebbero dorarsi subito e rimanere crude all'interno). Una volta cotte scolarle con una schiumarola e adagiarle su della carta assorbente, poi passarle ancora calde nello zucchero semolato oppure spolverizzarle di zucchero al velo.

Note:
- Al posto del latte o del succo d'arancia si può usare la stessa quantità di un liquore all'arancia, a piacere invece dell'arancia si può usare la scorza di limone grattugiata.
- Io ho ottenuto circa 50 castagnole, la quantità dipende anche dalla grandezza che si preferisce fare.

lunedì 27 gennaio 2020

Petto di Pollo al Forno

Un secondo piatto con il petto di pollo leggero e facile da preparare, basta mettere le fettine di pollo in una teglia e aggiungere gli altri ingredienti, cuocerle poi in forno e servirle con un contorno a piacere. La ricetta l'ho presa dal sito il Cucchiaio d'Argento.

Ingredienti per 4 persone:
4 fette di petto di pollo spesse
20 gr. di latte intero
Rosmarino (io quello essiccato)
Origano secco
Salvia fresca (io quella essiccata)
2 cucchiai di olio
Sale
Pepe


Trasferire le fettine di petto di pollo in una teglia, irrorarle con l'olio, il latte e distribuire sopra le erbe aromatiche. Unire un pizzico di sale e una spolverata di pepe macinato al momento. Cuocere nel forno già caldo a 180° per 15 minuti circa, quindi per un paio di minuti con la modalità grill. Sfornare e servire subito il petto di pollo al forno.

Nota:
- Io non avendo il rosmarino e la salvia fresca ho usato quelle essiccate.

lunedì 30 dicembre 2019

Tartine con Salmone e Robiola

Queste tartine le ho preparate per il cenone della vigilia di Natale, sono buone e veloci da preparare anche per il cenone di capodanno.

Ingredienti:
Pancarrè a fette
50 gr. di salmone affumicato
100 gr. di robiola (anche senza lattosio)
Scorza grattugiata di un limone non trattato
Prezzemolo (facoltativo)


In una ciotola mescolare la robiola e unire il salmone precedentemente tritato finemente, aggiungere un po' di scorza di limone grattugiata (solo la parte colorata) e il prezzemolo tritato a piacere. Con una formina tagliabiscotti che si preferisce, (io ho usato una formina piccola a forma di stella) ricavare le stelline dalle fette di pancarrè senza la crosta. Con una siringa per dolci con beccuccio a stella guarnire le tartine con il composto preparato e decorarle con un po' di scorza di limone grattugiata (solo la parte colorata). Se le tartine non vengono servite subito, conservarle in frigo coperte con pellicola per alimenti. 

Nota:
- Io ho ottenuto circa 18 tartine, la quantità dipende dalla grandezza della formina utilizzata.
- Per la decorazione io ho usato la scorza di limone, ma si possono decorare a piacere anche con altri ingredienti, tipo: aneto, erba cipollina, pepe rosa in grani, granella di pistacchi, ecc...

lunedì 16 dicembre 2019

Tartufi Salati con Mandorle e Peperoncino

Questi tartufi sono un antipasto sfizioso e veloce da preparare nelle feste di Natale, da servire anche con l'aperitivo. Sono fatti a base di formaggi e ricoperti di mandorle salate. La ricetta l'ho presa dal sito Più Dolci

Ingredienti per 16 tartufi:
 100 gr. di robiola
100 gr. di ricotta
25 gr. di pecorino grattugiato
Peperoncino macinato (io pepe nero)
Mandorle in granella (io circa 100 gr.)
Sale
Decorazione:
Peperoncino fresco


In una ciotola mescolare la robiola e la ricotta, poi insaporire con il pecorino grattugiato e vivacizzare il sapore con un pizzico di peperoncino macinato (io un pizzico di pepe). Controllare di sale (io non l'ho messo perchè era già buono di sale) e porre a raffreddare in frigo. Tostare in una padella le mandorle in granella con un po' di sale (attenzione a non farle salate). Prelevare delle porzioni di impasto e arrotondarle fra le mani. Passare i tartufi nella granella di mandorle e adagiarli nei pirottini di carta. Abbellire i tartufi con mezzo peperoncino (io non l'ho messo).

Nota:
- Io ho sostituito il peperoncino con il pepe nero.
- Io per provarli ho fatto 8 tartufi con la metà degli ingredienti, a Natale li rifarò perchè mi sono piaciuti.