lunedì 18 marzo 2019

Biscotti da Colazione

Ero alla ricerca di una ricetta di biscotti senza burro ma con l'olio nell'impasto, questa che riporto l'ho trovata sul sito Il Cucchiaio d'Argento. Sono dei biscotti semplici e buoni, molto friabili all'interno perché viene utilizzato il bicarbonato d'ammonio detto anche ammoniaca per dolci. Ideali a colazione o per accompagnare il tè o il caffè.

Ingredienti per circa 48-50 biscotti:
500 gr. di farina 00
2 uova
150 gr. di zucchero semolato
100 gr. di olio vegetale 
50 gr. di latte
10 gr. di bicarbonato d'ammonio (ammoniaca per dolci)
Scorza grattugiata di un limone non trattato
1 bacca di vaniglia (io l'aroma di vaniglia)
Un pizzico di sale
Zucchero di canna chiaro (demerara)

Montare in una terrina con una frusta le uova insieme allo zucchero, al sale e ai semini di vaniglia fino a ottenere un composto spumoso. Unire l'olio a filo e amalgamarlo lavorando ancora con la frusta. Sciogliere il bicarbonato d'ammonio nel latte tiepido, aggiungerlo al composto precedente e mescolare. Unire infine la farina setacciata, la scorza di limone grattugiata e impastare il tutto fino a ottenere un impasto liscio e compatto. Dividere l'impasto in 4 parti con le quali formare dei filoncini lunghi circa 30-40 cm. che andranno passati nello zucchero di canna, pressando lievemente perché ne rimangano ricoperti. Suddividere i filoncini sistemandoli, ben distanziati tra loro, in due teglie diverse e schiacciarli con i palmi delle mani fino a ridurli a uno spessore di un centimetro. Cuocerli in forno statico, preriscaldato a 180°, per 15 minuti circa, cioè fino a quando avranno assunto un lieve accenno di doratura. Trasferire su un tagliere e affettare ogni filoncino a fettine diagonali, in modo da ottenere dei biscotti spessi circa un centimetro e mezzo. Sistemarli di nuovo nella teglia, con il taglio rivolto verso l'alto, e lasciarli biscottare in forno per una decina di minuti. Quando i biscotti saranno dorati sfornarli, trasferirli su una gratella per dolci e lasciarli raffreddare.

lunedì 11 marzo 2019

Risotto Carciofi e Speck

Un risotto facile da preparare con i carciofi, uniti al gusto affumicato dello speck. La ricetta l'ho presa dal sito La Cucina Italiana ed è per 6 persone, a me serviva per 4 persone e quindi ho ridotto la quantità di riso che ho riportato tra parentesi. 

Ingredienti per 6 persone:
360 gr. di riso
(io per 4 persone 320 gr. di riso Arborio)
50 gr. di speck
50 gr. di cipolla mondata
40 gr. di burro
35-40 gr. di parmigiano grattugiato
3 carciofi 
Limone
1,5 lt. circa di brodo (anche di dado) 
Mezzo bicchiere di vino bianco secco 
Olio d'oliva 
Sale
Pepe facoltativo

Mondare i carciofi, privandoli delle foglie esterne più dure e della parte fibrosa dei gambi. Eliminare l'eventuale fieno interno, quindi tagliare i carciofi a spicchietti e gettarli, man mano che saranno pronti, in una ciotola contenente acqua fresca e succo di limone. Tritare la cipolla molto sottile. Ridurre lo speck a striscioline. Mettere ad appassire in 3 cucchiaiate d'olio la cipolla insieme con lo speck. Intanto tagliare i carciofi a julienne e unirli al soffritto. Alzare la fiamma e, dopo un paio di minuti, mettere nella casseruola anche il riso e farlo tostare a fuoco vivace. Spruzzarlo quindi con mezzo bicchiere di vino. Dopo che quest'ultimo sarà evaporato, ridurre il fuoco e proseguire la cottura del risotto, bagnandolo, via via, con mestoli di brodo caldo e mescolandolo spesso. Dopo circa 14 minuti (dipende dal tipo di riso utilizzato) il riso sarà cotto e dovrà risultare piuttosto all'onda. Spegnere, mantecare con burro e parmigiano grattugiato, quindi incoperchiare e lasciare riposare il risotto per alcuni minuti prima di trasferirlo nel piatto da portata. Servirlo caldo, volendo anche cosparso con un pizzico di prezzemolo tritato.

Nota:
- Io ho fatto circa 2 litri di brodo per evitare che possa mancare durante la cottura del riso.

sabato 2 marzo 2019

Chiacchiere al Forno

Avevo già fatto le chiacchiere al forno qui un po' di tempo fa, quest'anno siccome devo evitare per un po' i cibi e i dolci fritti ho preferito rifarle al forno, anche se quelle fritte sono più buone 😃. La ricetta l'ho presa dal sito Il Cucchiaio d'Argento.
    
    
 Ingredienti per circa 30 chiacchiere:
250 gr. di farina 00
25 gr. di burro morbido
1 uovo
2 tuorli
40 gr. di zucchero semolato
20 gr. di rum bianco (io ho usato il rum che avevo)
8 gr. di lievito in polvere per dolci
Mezzo baccello di vaniglia
1 pizzico di sale
Zucchero a velo per spolverizzare

Nella ciotola della planetaria raccogliere la farina, il lievito setacciato e lo zucchero. Miscelare brevemente con la foglia, unire il rum, l'uovo intero e i due tuorli precedentemente sbattuti. Impastare a bassa velocità fino ad amalgamare. Aggiungere il burro morbido, il sale e i semi di vaniglia. Lavorare ancora per qualche minuto con la foglia, poi montare il gancio a uncino e proseguire a impastare fino a ottenere un composto liscio e omogeneo (io non avendo la planetaria ho impastato a mano). Formare la classica palla e farla riposare per 30 minuti a temperatura ambiente avvolta nella pellicola alimentare. Trascorso questo tempo prelevare una parte di impasto, lasciando il rimanente nella pellicola per evitare di farlo seccare, e stenderlo leggermente con il mattarello (non occorrerà infarinare) in modo da portarlo allo spessore dei rulli della macchinetta sfogliatrice. Stenderlo portando il tirapasta a uno spessore ogni volta minore fino a ottenere una sfoglia sottile (io non avendo la macchinetta ho steso la pasta con il mattarello). Con una rotella dentellata ricavare delle strisce di circa 10x5 cm. e praticare dei tagli sulla superficie (due in diagonale oppure uno in verticale). Adagiare via via le forme ottenute su più teglie rivestite di carta forno. Procedere in questo modo fino a esaurimento della pasta. Subito prima di infornare vaporizzarle con dell'acqua in uno spruzzino (per evitare che la pasta si asciughi troppo in cottura). Cuocerle nel forno già caldo a 190° per circa 8-10 minuti, compatibilmente con lo spessore ottenuto. Le chiacchiere dovranno apparire dorate. Sfornare le chiacchiere, lasciare intiepidire e spolverizzarle con lo zucchero a velo.

Nota:
- Nella ricetta c'è scritto che si ottengono circa 30 chiacchiere, comunque la quantità che si ottiene dipende dallo spessore della sfoglia, che deve essere sottile.

lunedì 18 febbraio 2019

Mafalde con Ricotta e Pomodoro

Sabato scorso ho comprato le mafalde, un formato di pasta allungato e arricciato ai bordi, che ho utilizzato per questa ricetta presa da un libro di cucina napoletana. Un primo piatto che si prepara nel periodo di Carnevale ma anche la domenica con il tipico ragù napoletano.

Ingredienti per 4 persone:
400 gr. di mafalde (reginette o manfredi)
300-350 gr. circa di ricotta di bufala o romana
1 lt. di passata di pomodoro
Mezza cipolla
Olio extravergine d'oliva
Parmigiano grattugiato
Sale
Pepe (facoltativo)
Basilico (se reperibile)

Fare imbiondire in una casseruola la cipolla affettata finemente con l'olio, unire la passata di pomodoro, salare e lasciarla cuocere a fuoco lento per circa un'ora o fino a quando si sarà addensata, aggiungere infine qualche foglia di basilico. Nel frattempo lessare la pasta al dente in abbondante acqua salata. A parte, in una ciotola stemperare la ricotta con un mestolo di salsa, un po' di parmigiano grattugiato e a piacere un pizzico di pepe. Scolare la pasta, versarla nella pentola, unire la crema di ricotta, un po' di salsa e mescolare bene il tutto. Servire le mafalde con altra salsa di pomodoro, parmigiano grattugiato, basilico e una macinata di pepe a piacere. Io non l'ho messo ma a piacere si può aggiungere  anche un pezzetto di ricotta sulla pasta.

lunedì 11 febbraio 2019

Baci di Cioccolato

Visto che in settimana è San Valentino, ho pensato di riproporre il post con la ricetta dei Baci di Cioccolato che presi da una rivista di cucina e che feci qualche anno fa. Io li rifarò anche quest'anno perché sono buonissimi e anche facili da realizzare.

Ingredienti per 14 Baci:
120 gr. di cioccolato gianduia
35 gr. di panna fresca
60 gr. di granella di nocciole (io ho tritato le nocciole tostate che avevo)
14 nocciole intere tostate
Per la copertura:
150 gr. di cioccolato fondente (a me è avanzato un po' di cioccolato fuso)

Scaldare la panna in un pentolino a fiamma bassa. Unire il cioccolato gianduia tritato e farlo fondere, mescolando in continuazione, fino ad ottenere una crema ben omogenea. Spegnere il fuoco, unire la granella di nocciole e mescolare. Mettere il composto in una ciotola e farlo intiepidire. Quando il composto avrà raggiunto la consistenza giusta, con l'aiuto di un cucchiaino formare 14 palline, cercando di dare la forma simile a quella dei baci e metterle su un vassoio con carta forno. Mettere su ogni pallina una nocciola premendo leggermente (io ho messo le nocciole con la punta verso il basso). Mettere il vassoio in freezer per circa un'ora. Far fondere il cioccolato fondente a bagnomaria, immergere una pallina per volta nel cioccolato fuso aiutandosi con una forchetta, sgocciolarle e metterle su carta forno. Far raffreddare i baci e a piacere servirli nei pirottini di carta.

Nota: nella ricetta c'era scritto di mettere le nocciole sulle palline dopo averle tolte dal freezer, ma il risultato non mi è piaciuto, perché dopo averle ricoperte di cioccolato la nocciola sporgeva troppo. Non convinta, ho rifatto i baci una seconda volta, mettendo però la nocciola prima di riporli in freezer.

lunedì 4 febbraio 2019

Frittata Ricotta e Spinaci


 
Una frittata gustosa e invitante con ricotta e spinaci, da servire come secondo piatto o come antipasto. La ricetta l'ho presa dal sito Galbani ed è per 3 persone, io ho aumentato di poco la quantità degli ingredienti che riporto tra parentesi, perchè l'ho fatta per 4 persone, ho anche sostituito gli spinaci con le bietole surgelate che avevo in freezer.

Ingredienti per 3 persone:
 3 uova (io 4 uova)
150 gr. di ricotta (io 200 gr.)
200 gr. di spinaci (io 250 gr. di bietole)
30 gr. di parmigiano grattugiato (io 40 gr.)
1 ciuffo di prezzemolo
Sale e pepe q.b.
Olio extravergine d'oliva q.b.

Mondare e lavare accuratamente le foglie di spinaci e lessarle per qualche minuto in abbondante acqua salata, quindi scolarle, strizzarle e tritarle finemente. Lavare e tritare anche il prezzemolo, e tenerlo da parte. Rompere le uova in una ciotola, salarle, insaporirle con una macinata di pepe, aggiungere il parmigiano grattugiato e iniziare a sbatterle. Unire alle uova la ricotta, il prezzemolo tritato e gli spinaci e continuare a mescolare. Versare alcuni cucchiai di olio in una padella e quando sarà caldo, versare anche il composto. Abbassare leggermente la fiamma, coprire il tutto con un coperchio e lasciare cuocere la frittata. Quando sarà dorata, aiutandosi con il coperchio o con un piatto, girare la frittata e farla cuocere anche sull'altro lato. Una volta pronta, far scivolare la frittata ricotta e spinaci su un piatto ricoperto di carta assorbente per togliere l'unto in eccesso e servirla.

Nota:
- Questa frittata oltre che in padella, se si preferisce si può cuocere anche al forno.